Terre di Lavoro

Il Paesaggio interpretato e comunicato attraverso l'identità lavorativa dei Territori.

Scopri di più Vai al sito

Genius Faber - Logo

Tre tendenze di consumo: il Made in Italy gioca d’anticipo

Dietro le quinte

In tre tappe vi raccontiamo tre tendenze di consumo che orienteranno il mercato nei prossimi anni.

Di particolare interesse il fatto che i prodotti Made in Italy, attraverso il lavoro che li caratterizza, siano in perfetta sintonia con i cambiamenti in atto.

Le imprese italiane hanno nel loro DNA lavorativo quanto occorre per rispondere tempestivamente ed efficacemente ai nuovi bisogni del consumatore globale.

Le tendenze del mercato offrono al Sistema Italia una grande opportunità: ricostruire una sua competitività a livello globale recuperando l’essere programmaticamente fondato sul lavoro.

La prima delle ultime tendenze di consumo: il behind

Partiamo dall’America, dagli USA. Dove troviamo esposta in bella evidenza la prima grande tendenza. Clicchiamo sulla piattaforma Whole Food Market, una delle più importanti per il settore food,  e leggiamo:

Supplier storiesIl testo contiene una parola decisiva: il mondo del consumo, a partire da quello della grande distribuzione notoriamente molto sensibile ai cambiamenti in atto, va verso il behind.

Che cosa vuol dire “tendenza al behind” e come interpretarla? Il bisogno di behind esprime due grandi bisogni emergenti: il bisogno di conoscere ciò che è dietro e prima, il bisogno di conoscere ciò che è all’interno. Due bisogni che come vedremo hanno la possibilità di essere soddisfatti attraverso il Lavoro. Vediamo come.

Dietro e prima

Da tempo il consumatore vuole ridurre le asimmetrie informative, per un’aumentata consapevolezza di consumo e per un bisogno sempre più avvertito di sicurezza.

L’enorme flusso di informazioni a cui siamo quotidianamente sottoposti genera un atteggiamento di consumo sempre più smaliziato e carico di sana diffidenza. Anche se in molti sembrano non accorgersene, l’ingenuità di acquisto è persa per sempre. E per fortuna aggiungiamo noi.

Si afferma in maniera prepotente il bisogno di conoscere le fonti da cui un bene o un servizio provengono. A maggiore ragione se il bene/servizio viene proposto attraverso il canale digitale.

Rispondere alla domanda di prima e dietro significa quindi fornire la descrizione di ciò che per un bene/servizio è il suo prima e dietro per eccellenza: il lavoro che lo ha generato.

Come ci indica con chiarezza la piattaforma Whole Food Market, nei prossimi anni il lavoro – quello vero e concreto, che si sviluppa attraverso la testa, il cuore, le mani dei produttori – tornerà ad essere protagonista degli scenari di mercato.

Crescerà in maniera esponenziale la richiesta di avere informazioni – narrazioni sull’interezza dei processi lavorativi, su tutto quanto rende un prodotto/servizio espressione di chi lo ha concepito, del come è stato realizzato, del dove ha preso vita, del suo quando e perché.

All’interno

È risaputo che il consumatore è da tempo sempre più attento alle informazioni presenti sull’etichetta. Informazioni attendibili e chiare sulla provenienza e sulle componenti del prodotto risultano ormai decisive nel percorso di acquisto.

Ma siamo soltanto all’inizio. La vera rivoluzione che si sta annunciando è più profonda: il consumatore sta (ri)prendendo coscienza che un prodotto/servizio è innanzitutto il lavoro che esso contiene.

La tendenza prepotente che si va affermando è la ricerca di informazioni sull’interno energetico del prodotto. Con questa espressione non intendiamo la sua struttura fisica e molecolare, bensì l’insieme delle forze intangibili che lo attraversano, lo costituiscono, lo animano e lo rendono ciò esso è.

Fattore determinante le scelte di acquisto sempre più sarà la forza e l’efficacia delle informazioni-narrazioni fornite circa il genere di lavoro che il prodotto contiene al suo interno.

Fondamentali risulteranno le comunicazioni circa la qualità e le caratteristiche degli atti con cui il prodotto è stato concepito, disegnato, realizzato, distribuito, elementi che – dall’interno – gli conferiscono la particolare identità che lo caratterizza.

Lettera 22

Iscriviti alla newsletter

Riceverai notizie e aggiornamenti sul mondo del Lavoro made in Italy.

I dati richiesti verranno utilizzati solo ed esclusivamente allo scopo di inviare newsletter informative su Genius Faber o per rispondere a richieste di informazioni. In qualsiasi momento puoi modificare i dati o annullare l’iscrizione. Consulta la nostra privacy policy per maggiori informazioni. Cliccando sul pulsante iscriviti dai il consenso a Genius Faber di trattare i tuoi dati.

Controlla la tua email per completare l'iscrizione.

Lettera 22

Iscriviti alla newsletter

Riceverai notizie e aggiornamenti sul mondo del Lavoro made in Italy.

I dati richiesti verranno utilizzati solo ed esclusivamente allo scopo di inviare newsletter informative su Genius Faber o per rispondere a richieste di informazioni. In qualsiasi momento puoi modificare i dati o annullare l’iscrizione. Consulta la nostra privacy policy per maggiori informazioni. Cliccando sul pulsante iscriviti dai il consenso a Genius Faber di trattare i tuoi dati.

Controlla la tua email per completare l'iscrizione

Lettera 22

Newsletter

Subscribe the newsletter to receive news and updates about the Made in Italy.

I dati richiesti verranno utilizzati solo ed esclusivamente allo scopo di inviare newsletter informative su Genius Faber o per rispondere a richieste di informazioni. In qualsiasi momento puoi modificare i dati o annullare l’iscrizione. Consulta la nostra privacy policy per maggiori informazioni. Cliccando sul pulsante iscriviti dai il consenso a Genius Faber di trattare i tuoi dati.

Please check your email and confirm your email address to complete your subscription.

Pin It on Pinterest

Genius Faber

Menu

Tematiche

Sezioni

Altro